Nuova pagina 2
Nuova pagina 1

   Abano In Salute   Vivere le Terme

 Home Thermal Care |  Contatti 

 


Il Fango Maturo Termale è un composto di argilla, acqua termale e micro-organismi. In speciali vasche avviene il processo di maturazione, per un periodo di 2-3 mesi l’acqua termale scorre attraverso il fango a ritmo costante ad una temperatura di 60° C.


 
 

In questa fase il fango modifica le sue caratteristiche chimiche e fisiche, sviluppando una parte organica comprendente: microflora (solfobatteri, alghe, diatomee, protozoi), ed humus; variando il suo aspetto per l’aumento di pigmenti e di lipidi, favorendo lo scambio ionico e di mineralizzatori tra l’acqua salsobromojodica e il fango, e aumentando consistentemente sia la plasticità che il suo indice di ritenzione di calore.

 
 

L’acqua curativa di Abano è classificata come salsobromoiodica ipertermale debolmente radioattiva. Origina dalle Prealpi dove la pioggia meteorica penetra nella roccia e si infiltra in profondità fino a raggiungere un profondità di 2000-3000 metri sotto la crosta terrestre. L’acqua, arricchita di sali minerali e sostanze salso-bromo-iodiche, percorsi circa 80 km sottoterra, riaffiora dopo molti anni (anche 20-30) nel bacino delle Terme Euganee di Abano Montegrotto ad una temperatura, dovuta all’effetto geotermico, che supera gli 80 C°.

 
 

Il complesso meccanismo d'azione della terapia è dovuto, ad influenze termiche, neuroendocrine e metaboliche. A livello locale si assiste ad una intensa vasodilatazione cutanea e muscolare, ad un aumento del flusso distrettuale articolare con wash out delle sostanze algogene ed al rilassamento muscolare.
A livello generale lo stress termico agisce mediante la liberazione di ormoni con azione antinfiammatoria ed analgesica, il cortisolo (l'equivalente organico del cortisone usato per le infiammazioni) e le endorfine (i


 
 

cosiddetti oppioidi endogeni, cioè sostanze con azione simile alla morfina, prodotte dal nostro organismo). Allo studio l’effetto antinfiammatorio specifico di un GLICOLIPIDE presente nel fango maturo. Gli effetti a breve termine, presenti cioè già a fine ciclo di cura, sono di tipo antalgico, miorilassante, con conseguente miglioramento dell’articolarità ed, inoltre, antinfiammatorio e di stimolo sulle strutture articolari e periarticolari. Gli effetti a lungo termine, invece, sono relativi alla prevenzione, nel corso dei mesi seguenti la cura, delle riacutizzazioni e al rallentamento dell’evolutività nel tempo della forma degenerativa trattata, in genere l’artrosi.

 
     
     
Nuova pagina 1
Nuova pagina 1
 
   © Inartis Systems - Foto e Progetto a cura di Inartis Systesm s.r.l., tutti i diritti sono riservati

 P.Iva 02683850289      Informativa sulla Privacy e condizioni di utilizzo